WordPress Gestito – Primo Accesso

WordPress Gestito : Primo Accesso – La guida completa per muovere i primi passi in WordPress & Kubito (2020)

WordPress non richiede alcuna presentazione formale. É la piattaforma di blog più popolare e si è rapidamente affermata nel cuore di ogni webmaster.

Tuttavia, se sei un principiante e vuoi conoscere le molteplici possibilitá offerte dallo sviluppo web, dovrai conoscere anche un pó la storia. WordPress nasce nel 2003 ed é stato lanciato come un modo per rendere più semplice l’aggiunta di contenuti ai siti Web senza la necessità per conoscere qualsiasi tipo di codice. Hai letto bene, non è necessario conoscere alcun linguaggio informatico per creare un sito Web con WordPress! E in questo tutorial sui primi passi in WordPress ti mostreremo quanto è facile crearne il proprio sito web!

Da allora, WordPress è diventato il più grande strumento per la creazione di siti Web self-hosting al mondo, utilizzato su milioni di siti e visto da decine di milioni di persone ogni giorno. Basti pensare che circa 74,6 milioni di siti Web dipendono da WordPress.

Ma quali sono le ragioni del successo di WordPress?

  • WordPress è un software open source, il che significa che può essere liberamente utilizzato e modificato da chiunque.
  • Although WordPress started out as a blogging system, it has now one of the most powerful content management systems. WordPress allows you to add plugins, themes and widgets that can help you create any type of site you want: a business website, an online store or a membership site can be easily created with WordPress. Sebbene la funzione principale di WordPress sia essere come un sistema di blog, grazie ai molteplici plugin e funzioni che nel tempo sono state generate per esso, oggi é uno dei più potenti sistemi di gestione dei contenuti. WordPress ti consente di aggiungere plugin, temi e widget che possono aiutarti ad aggiungere le funzionalitá mancanti e creare qualsiasi tipologia di sito: un sito Web aziendale, un negozio online o un sito personale possono essere facilmente creati con WordPress.
  • È facile da imparare poiché sono disponibili migliaia di tutorial e guide per WordPress che coprono ogni aspetto di questo CMS.

Il fatto di non necessitare di alcuna conoscenza in merito alla programmazione per usare WordPress è semplicemente fantastico. Ma questo non significa che non potrai aggiungere il tuo codice PHP per effettuare funzioni particolari, modificare il tema utilizzando il CSS, apportare modifiche dirette al tuo sito eseguendo query MySQL nel database e molto altro .

Detto questo, ormai capirai perché WordPress, secondo noi, è la scelta giusta per il tuo sito Web o blog. Iniziamo dunque con il pezzo forte del nostro tutorial “WordPress Gestito – Primo Accesso in Kubito”.

INDICE

Installare WordPress in Kubito

WordPress su Kubito è preinstallato. Offrendo un servizio di hosting wordpress gestito il tuo amato CMS sará pronto sin da subito. Ma vogliamo comunque illustrarti la modalitá per reinstallare e sostituire il tu WordPress. I servizi di hosting Kubito é facile da usare e gratuito nella sua versione base – non dovrai spendere un centesimo sul web hosting, il che è molto importante quando devi iniziare a creare il tuo sito Web . Inoltre, impostare WordPress su Kubito è semplice e chiunque può gestirlo in modo efficiente. L’interfaccia on-click facile da usare rende l’intera installazione un processo guidato semplice ed immediato. Quindi, vediamo come farlo.

Il processo di installazione può essere effettuato manualmente tramite il famoso installer di WordPress (qui il nostro tutorial su come installare WordPress manualmente) o tramite l’installazione automatica di Kubito. Se desideri utilizzare la nostra installazione automatica segui semplicemente queste istruzioni:

  1. Accedi al pannello di controllo del tuo spazio web Kubito e fai click su INSTALLA ORA sotto Crea sito Web WordPress.
  2. Fai Click sul pulsante Installa e il processo avrá inizio.
  3. Una volta completata l’installazione, premi il pulsante Vai alla pagina di configurazione di WordPress.
  4. Scegli la lingua e premi Continua.
  5. Nella schermata successiva inserisci il titolo del tuo sito e i dettagli dell’amministratore. Quindi fai click su Installa WordPress.

Immagine Backend

WordPress è installato adesso puoi procedere con la creazione del tuo sito Web WordPress.

Gestione di un sito web WordPress

Come puoi vedere, l’installazione di WordPress è un processo semplice. Soprattutto su Kubito! Nella seguente sezione del tutorial di WordPress vedremo come gestire un sito Web WordPress.

Accesso alla DashBoard di WordPress

Al termine del processo di installazione, verrai inoltrato direttamente alla dashboard dell’amministratore di WordPress. In seguito dovrai utilizzare uno dei seguenti URL per accedere all’area di amministrazione di WordPress:

  • http://yoursite.com/wp-admin
  • http://yoursite.com/wp-login.php
  • http://yoursite.com/login (indirizzo della dashboard su installazione kubito)

Per accedere alla dashboard dovrai utilizzare le credenziali di amministratore di WordPress che hai inserito durante l’installazione.

Se dimentichi la password, puoi reimpostarla premendo il tasto Lost your password?

Wordpress Password Dimenticata

La Dashboard di WordPress è stata creata per aiutarti a gestire il tuo sito. Troverai la sezione Benvenuti in WordPress nella parte superiore della pagina. In questa sezione, puoi accedere rapidamente a tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare con WordPress, come scrivere il tuo primo blog o aggiungere una pagina di informazioni o visualizzare il tuo sito o gestire widget, commenti, ecc. Se Welcome to WordPress non è presente o tu rimosso involontariamente, vai su Opzioni schermo nell’angolo in alto a destra e quindi seleziona Benvenuto.

Ovviamente vi sono altre sezioni nella home page dell’amministratore:

  • Colpo D’Occhio mostra quale tema stai utilizzando, il numero di post e pagine che hai e altre attività recenti.
  • Un’altra sezione è la Bozza Rapida da utilizzare quando si desidera aggiungere un post rapido. Tuttavia, non otterrai le varie funzionalità di formattazione che troverai nella sezione post ma questo è un modo rapido per creare una bozza.
  • Il box Attività mostra gli ultimi post e commenti.
  • Nel box Notizie di WordPress puoi vedere le ultime notizie relative a WordPress che gli sviluppatori forniscono.

Sulla sinistra dello schermo, hai la barra di navigazione principale che utilizzerai per gestire le varie funzioni di WordPress e dei suoi plugin.

Wordpress DashBoard

Impostazioni Principali di WordPress

Diamo un’occhiata alle impostazioni di base per utilizzare WordPress. Cliccando dunque Impostazioni sulla barra di navigazione troveremo:

  • Generale. Qui puoi modificare l’URL principale, il fuso orario, il titolo e la descrizione del tuo sito web.
  • Scrittura. In questa sezione è possibile impostare la categoria predefinita e il formato dei post. Vuoi inviare messaggi via e-mail? Dovrai configurare questa funzione qui.
  • Lettura. Qui puoi scegliere l’aspetto della prima pagina: se mostrerà l’ultimo post o una pagina statica. Puoi anche controllare quante pagine del blog vengono visualizzate e se i tuoi visitatori vedranno il post completo o solo un riepilogo.
  • Discussione. In questa sezione è possibile configurare le impostazioni relative ai commenti. Puoi iniziare lasciando le impostazioni di commento predefinite.
  • Media. In questa sezione è possibile modificare le dimensioni dell’immagine predefinite e scegliere il modo in cui organizzare i file.
  • Permalinks. I permalink ti consentono di controllare la struttura degli URL dei tuoi post.

Posta il tuo primo Articolo

Uno dei numerosi vantaggi di WordPress è che è estremamente facile pubblicare nuovi contenuti aggiungendo nuovi post.

Per creare un nuovo post, fai clic sul pulsante Aggiungi nuovo nella sezione Post. Ti troverai su una pagina per la creazione di contenuti che assomiglia molto a qualsiasi elaboratore di testi.

La sezione del contenuto è disponibile in due modalitá: visuale e testo. La modalitá visuale mostra il testo come apparirebbe sulla pagina finita mentre la vista testo ti mostrerà il formato HTML.

Proprio sopra la sezione dei contenuti, c’è una barra degli strumenti dell’editor dei post che ti aiuterà a formattare il tuo articolo. Ha una varietà di funzioni, ad esempio: grassetto, corsivo, sottolineato, aggiungere media (dove puoi inserire foto e video nel tuo post), tag HTML, allineamento del testo e altro.

Editor Post WordPress

Sulla destra, troverai un pulsante Bozza che ti consente di salvare il tuo lavoro e di tornarci più tardi. Accanto al pulsante Bozza, c’è un pulsante Anteprima che mostra come apparirà il post sul blog quando lo avrai pubblicato.

Infine, puoi modificare la visibilità del tuo post. L’opzione pubblica ti consente di incollare il post in prima pagina. Questa sezione ti consente anche di pianificare il post e pubblicarlo successivamente.

Scorrendo la pagina, hai una sezione che ti consente di scegliere una Categoria e aggiungere Tags al tuo post.

SUGGERIMENTI PRO
Per ottenere i benefici SEO dal tuo post, è essenziale che il tuo post segua una determinata struttura standard, che consiste in:
1. Titolo: Un titolo offre un’anteprima di ciò che l’articolo tratta ai lettori. Non importa quanto sia buono il corpo principale dell’articolo, se non ha un titolo altrettanto allettante, rimarrebbe privato di qualsiasi attenzione, che è l’ultima cosa che vorresti.
2. Formato post. Questo è il corpo principale del post in cui parlerai. Si consiglia vivamente di formattare il post di conseguenza, facendo un uso corretto dei tag H2 e H3 per la massima visibilità dei motori di ricerca. Inoltre, prova a fornire sottotitoli e puntatori nel post per migliorarne la leggibilità.
3. Immagine in primo piano. L’immagine in primo piano o un’anteprima del post è un’immagine rappresentativa che viene accanto al tuo post. È essenziale utilizzare un’immagine in primo piano con i tuoi post. Non solo attirerebbe i lettori, ma aumenterebbe anche il fascino estetico del tuo sito web.

Adesso sei pronto a pubblicare il tuo primo post.

Utilizzare Categorie e Tags

Le categorie di WordPress ti consentono di organizzare i tuoi post per argomenti per facilitare la ricerca dei tuoi contenuti. Per aggiungere una nuova Categoria, vai a Post e poi su Categorie:

  1. Clicca su Categorie.
  2. Assegna un nome alla Categoria e modifica lo Slug se é necessario che è un URL abbreviato per la tua categoria. Se lo desideri, puoi anche aggiungere una gerarchia alla categoria e inserirla nella Categoria Padre.

Puoi anche aggiungere i Tags WordPress allo stesso modo. Fai clic su Tags nella Dashboard. Assegna un Nome e lo Slug, come hai fatto per le categorie, avrai aggiunto in questo modo un nuovo Tag.

SUGGERIMENTI PRO
Esiste una differenza significativa tra le Categorie di WordPress e i Tags di WordPress. Le categorie di WordPress si basano sul fatto che le categorie aiutano a raggruppare il tuo post con altri post simili, ma i tags vengono utilizzati per creare gruppi che rientrano in più categorie. Ad esempio: la bellezza è una categoria, mentre labbra, occhi, capelli formano i tags.

Creare una Pagina in WordPress

Le pagine sono pensate per contenuti statici, anche se puoi modificarle o aggiornarle quando vuoi. Per vedere le pagine attualmente presenti nel tuo sito, seleziona Tutte le pagine dal menu di navigazione.

Puoi aggiungere nuove pagine facendo clic sul pulsante Aggiungi nuovo nella sezione Pagine.

L’aggiunta di una nuova pagina è molto simile all’aggiunta di un nuovo post, tranne per il fatto che non hai la possibilità di utilizzare Categorie o tags per le pagine. Tuttavia, le pagine possono avere pagine padre. Quindi, se desideri avere la pagina come figlia di un’altra pagina, devi solo rientrare la colonna della pagina nella sezione del menu e apparirà come una voce di menu a discesa dalla pagina principale.

Tieni presente che una nuova pagina non viene aggiunta automaticamente al menu. Per fare ciò, devi andare alla sezione Menu e aggiungere la nuova pagina al menu personalizzato. Il menu è disponibile in Aspetto nella sezione di navigazione della Dashboard. È possibile aggiungere la pagina al menu selezionando la casella e facendo clic su Aggiungi al menu.

WordPress Posts Vs. Pagine

Bisogna fare attenzione che un post sia diverso dalla pagina. I post non sono altro che le voci del tuo blog a cui continui a entrare di volta in volta e sono elencate sul tuo blog in ordine cronologico inverso (dal piú recente al piú vecchio). D’altra parte, le Pagine possono essere Chi siamo e Contattaci cioé pagine del tuo sito Web, che sono statiche e create di rado. Andremo nel dettaglio delle pagine di WordPress più avanti nel tutorial di WordPress.

Gestire i Commenti WordPress

Ogni post ha un’area sottostante per consentire ai visitatori di lasciare i loro commenti. Questo è ciò che rende i post interattivi.

La sezione Commenti sulla dashboard ti consente di approvare, rispondere, modificare, eliminare o inviare in spam un commento dalla dashboard stessa. Il commento apparirà sul sito web sotto il tuo post solo quando lo approvi.

Personalizzare il proprio sito WordPress

Uno dei vantaggi di WordPress sono sicuramente sono le opzioni rapidamente personalizzabili che offre. Dai un’occhiata al resto della nostra guida WordPress per vedere i vari modi in cui puoi personalizzare un sito WordPress.

Installare i temi in WordPress

Un tema ti consente di controllare l’aspetto e il design del tuo sito Web WordPress tra cui colori, layout di pagina e caratteri. Puoi ottenere un tema gratuito o scegliere le molteplici versioni premium. Nella nostra guida ci concentreremo principalmente sui temi gratuiti.

Per gestire i temi WordPress, seleziona Aspetto e Temi dal menu di navigazione.

Per installare un nuovo tema, fai semplicemente clic sul pulsante Aggiungi nuovo. Ti porterà in una directory di temi gratuiti. Utilizza la ricerca o i filtri per trovare un tema adatto alle tue esigenze. Dopo aver scelto il tema che ti piace, fai clic sul pulsante Anteprima per vedere come appare sul tuo sito. Se sei soddisfatto del risultato, premi il pulsante Installa.

Puoi personalizzare ulteriormente il tema già installato con l’aiuto dello strumento di personalizzazione del tema in WordPress. Fai semplicemente clic su Aspetto nel menu a sinistra e fai clic su Personalizza. Da lì, puoi personalizzare il tema corrente secondo le tue esigenze cambiando identità del sito, colori, immagine di sfondo, menu, widget e così via.

Questo è tutto ciò che serve per cambiare l’aspetto di un sito Web WordPress!

Installa Plugin WordPress

I plugin sono estensioni che possono essere installate su WordPress per estenderne le funzionalità e aggiungere nuove funzionalità al tuo sito web.

Ci sono plugin per quasi ogni esigenza. Dalla condivisione sui social media al miglioramento della sicurezza del tuo sito fino a fornirti dati su come le persone visitano il tuo sito e l’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Per aggiungere un nuovo plug-in, fai clic sul pulsante Aggiungi nuovo nella sezione Plugin. Scegli tra In primo piano, Popolare, Consigliato, Preferiti o inserisci la parola chiave nel campo di ricerca per trovare il plug-in che desideri. Per installare il plug-in, premere Installa ora e quindi Attiva.

Il pulsante Carica plug-in in alto consente di caricare i plug-in acquistati dei quali hai effettuato un download precedentemente.

La maggior parte dei plugin aggiungerá un nuovo elemento nel tuo menu di navigazione: da esso potrai configurare e gestire il tuo plugin.

SUGGERIMENTI PRO
Quando si sceglie un plug-in, è sempre opportuno verificare che sia compatibile con l’ultima versione di WordPress. Questo può essere visto controllando la data in cui è stato aggiornato. Inoltre, controlla quante valutazioni ha il plugin. Un plug-in obsoleto o di scarsa qualità può causare problemi al tuo sito.

Aggiungere Widgets

I widget ti consentono di modificare il layout e il contenuto del tuo sito in modo semplice e rapido.

È possibile accedere ai Widgets dalla dashboard, nella sezione Aspetto.

Vedrai un elenco di widget disponibili. Sul lato, ci sono aree in cui è possibile posizionare i widget. Per impostazione predefinita, dovresti avere la barra laterale principale (Primary Sidebar), una barra laterale dei contenuti (Content Sidebar) e un’area del widget piè di pagina (Footer Widget Area). Tuttavia, il numero di widget dipende dal tema WordPress che stai utilizzando.

Per aggiungere un widget, devi semplicemente espandere l’area in cui vuoi che sia visibile il widget, trascinarlo dentro l’area appena aperta e fare clic su Salva.

Per rimuovere un widget, è sufficiente fare clic e trascinarlo all’esterno dell’area del widget. Se desideri aggiungere il tuo testo a un widget, scegli un widget di testo semplice e inserisci il testo o il codice HTML.

Aggiornare WordPress

WordPress gestisce autonomamente piccoli aggiornamenti, quindi non devi preoccuparti. Quelli più “grandi” invece ti daranno la possibilità di selezionare l’orario in cui effettuare l’aggiornamento. Nel frattempo puoi esaminare le nuove funzionalità introdotte dall’aggiornamento o attivare la modalità di manutenzione del tuo sito.

Ci sono tre cose che devi sempre aggiornare sul tuo sito WordPress: WordPress stesso, temi e plugin. Puoi aggiornare il tuo sito dalla sezione Aggiorna nella barra di navigazione.

È molto importante mantenere aggiornato l’intero sito di WordPress. Questo perché quando si aggiorna un plugin o un tema, è possibile ottenere nuove funzionalità e correzioni di bug. È anche una parte cruciale per mantenere un sito Web WordPress sicuro e veloce.

Backup WordPress

Eseguire il backup del tuo sito Web WordPress significa assicurarsi che tutti i tuoi dati siano al sicuro in una posizione alternativa. In caso di problemi con il tuo sito WordPress, un backup è un buon modo per garantire che tutti i tuoi file possano essere ripristinati alle loro condizioni originali.

SUGGERIMENTI PRO
Esegui il backup del tuo sito Web il più spesso possibile per evitare brutte sorprese. A volte, quando sposti, elimini o modifichi i tuoi file WordPress, noterai un errore o una modifica sul tuo sito Web non voluta che può essere molto difficile e richiede molto tempo per essere corretta. Ecco perché il backup del tuo sito Web WordPress è così importante.

Utilizza un plugin WordPress

Uno dei metodi migliori per eseguire il backup del tuo sito WordPress è utilizzare il plug-in di migrazione WP All-In-One preinstallato su Kubito.

Per creare un backup di WordPress, fai clic sul plug-in All-In-One WP Migration visibile nel menu di amministrazione di WordPress. Saranno disponibili le opzioni Esporta, Importa e Backup. Fare clic su Esporta per passare alla schermata Esporta sito, quindi selezionare il pulsante Esporta in. Ti verrà quindi chiesto di scegliere una posizione in cui salvare i tuoi file WordPress appena esportati:

  • File
  • FTP
  • DropBox
  • Google Drive
  • Amazon S3
  • OneDrive
  • Box
Backup WordPress Tramite Plugin

Scegli la prima opzione se desideri salvare i file di backup sul tuo computer. L’unica cosa che resta da fare è fare clic su Download e il gioco è fatto.

Da questo punto in poi, sarai in grado di importare tutti i tuoi file e database WordPress protetti nella tua istanza di WordPress nuova o esistente seguendo dei passaggi simili. L’unica differenza è che, dopo aver scaricato correttamente il plug-in All-In-One WP Migration sul nuovo sito Web, assicurarsi di selezionare Importa anziché Esporta. Con quasi nessuno sforzo, sarai in grado di vedere tutti i tuoi temi, immagini, testo, plugin, widget e tutto il resto esattamente come prima.

Utilizzare FTP e phpMyAdmin

Esistono altri modi per creare il backup del tuo sito WordPress. Un modo per eseguire il backup dei file in modo semplice e sicuro è tramite un client FTP, come Filezilla o Cyberduck. Questo metodo è particolarmente utile se non puoi accedere alla tua area di amministrazione di WordPress.

Segui questi passaggi per eseguire il backup dei file di WordPress tramite FTP:

  1. Abilita le funzioni FTP transfer nel pannello di controllo Kubito se le hai disattivate per sicurezza.
  2. Recupera I dati di autenticazione FTP forniti al momento dell’attivazione del tuo account o che hai precedentemente generato dal pannello di controllo.
  3. Apri il client FTP e collegati al tuo spazio con le credenziali che indicate nel punto precedente.
  4. Fai click con il tasto destro su public_html quindi clicca Download.
Download WordPress Filezilla

Tieni presente che a causa della natura e delle caratteristiche del protocollo FTP, il download di tutti i file del sito Web può richiedere molto tempo.

Durante il download dei file WordPress, è possibile procedere e creare un backup del database WordPress. Su Kubito è molto facile:

  • Nel pannello di controllo di Kubito, fai clic sull’icona Gestisci database.
  • Clicca su Manage -> phpMyAdmin per il database appropiato.
  • Verrai reindirizzato a phpMyAdmin.
  • Clicca sul tab Export.
  • Clicca Go.
Esporta database WordPress con phMyAdmin

Questo è tutto! Una volta che tutti i tuoi file WordPress sono stati scaricati e il download del file SQL è completato, avrai a disposizione un backup completo del tuo sito WordPress.

Sebbene i backup FTP siano considerati un modo più pratico e manuale di eseguire il backup del tuo sito WordPress, rispetto all’esportazione e importazione All-In-One WP Migration, è un modo relativamente piú semplice di salvare il database e i file WordPress in un’altra posizione. In sostanza, tutto ciò che devi fare è scaricare i file sul client FTP e il tuo sito WordPress viene salvato.

Ottimizzare WordPress

Un WordPress lento è un incubo per qualsiasi proprietario di siti Web. Nessun visitatore desidera attendere il caricamento di una pagina per più di 3 secondi. Sfortunatamente, i siti Web basati su WordPress tendono a rallentare con il passare del tempo, pertanto è importante prestare molta attenzione all’ottimizzazione delle prestazioni di WordPress. Nella parte seguente del nostro tutorial su WordPress, parleremo delle potenziali cause che rendono WordPress lento e forniremo alcuni suggerimenti su come ottimizzare il tu CMS.

Se non sei un principiante, conosci giá il modo migliore per controllare la velocità del tuo sito Web dal tuo browser. Quasi tutti i browser moderni memorizzano nella cache pagine Web; i siti Web memorizzati nella cache vengono visualizzati quasi istantaneamente. Ecco perché si consiglia di utilizzare strumenti come Google Pagespeed Insights o Pingdom per verificare la velocità del tuo sito web. Aiuta anche a controllare la velocità del sito Web quando si accede da diverse posizioni geografiche. Come già accennato, si consiglia di caricare un sito Web in meno di 3 secondi; se stai ottenendo tempi più alti, ecco alcuni motivi :

  • Hosting WordPress configurato in modo errato.
  • Cache troppo piccole minima o addirittura inesistente.
  • Plugins corrotti: plug-in mal sviluppati possono danneggiare esponenzialmente la velocità del tuo sito web.
  • Overhead causato da script esterni: ads, font loaders etc. a volte possono diventare dei colli di bottiglia di efficienza.

Utilizzare Plugins WordPress Caching

I plugin di cache sono probabilmente il modo più semplice per velocizzare WordPress. Kubito WordPress hosting gestito, tuttavia, hai già fatto gran parte del lavoro fatto per te. Il plugin di cache é già installato sul tuo WordPress. La cache viene eseguita essenzialmente su due diverse tipologie:

  • Page cache plugin. Il plug-in memorizza nella cache i file HTML generati dinamicamente sul server ogni volta che viene ricevuta una richiesta. Ciò riduce il sovraccarico dell’esecuzione delle query del database e del codice PHP.
  • Browser cache plugin Questo plug-in riduce il carico del server diminuendo la quantità di richieste ricevute per pagina. Ad esempio, se si posizionano le giuste intestazioni dei file su file statici (immagini, JavaScript, CSS ecc.), I browser possono memorizzare nella cache i file sul computer dell’utente. Implementando questa tecnica, il browser controllerà se i file sono cambiati dall’ultima richiesta e, in caso contrario, visualizzerà solo le versioni memorizzate nella cache invece di ricaricare tutto dal server.
SUGGERIMENTI PRO
Se hai apportato modifiche al tuo sito WordPress, ma vedi ancora la versione precedente della pagina, è possibile che i plug-in di cache visualizzino la versione cache anziché la nuova. La prima cosa da fare è svuotare la cache. Sul nostro plug-in, puoi farlo premendo il pulsante Elimina cache.

Esistono altri plugin sofisticati che aiutano anche nell’ottimizzazione generale di un sito Web WordPress. Quelli degni di nota sono i seguenti.

W3 total cache

W3 total cache è esattamente ciò che suggerisce il nome: una soluzione di memorizzazione nella cache completa per i siti Web WordPress. Offre la minimizzazione CSS e JS, la cache degli oggetti insieme alle funzionalità cache del database e cache della pagina.

La minimizzazione è il processo mediante il quale i caratteri e gli spazi vuoti non necessari vengono rimossi dal codice sorgente senza danneggiare la funzionalità.

Puoi attivare la minificazione CSS e JavaScript nella sezione Impostazioni generali di W3 Total Cache. Per attivare la minificazione è sufficiente selezionare la casella Abilita e premere il pulsante Salva tutte le impostazioni.

Se hai bisogno di maggiore controllo, puoi trovare le impostazioni di minificazione avanzate nella sezione Minify:

  • Combine only fa esattamente quello che pensi: combina tutti i file CSS ma non esegue la minificazione.
  • Preserved comment removal rimuove solo i commenti dai file combinati.
  • Line break removal può essere abilitato per rimuovere le interruzioni di riga presenti nei file combinati.

WP Super Cache

Proprio come il suo concorrente di cui sopra, WP Super Cache è anche un’eccellente scelta di plugin di cache. Può soddisfare tutte le esigenze di memorizzazione nella cache dei siti Web moderni. Dopo l’installazione, puoi attivare la memorizzazione nella cache andando su Impostazioni -> WP Super Cache. Qui puoi fare clic e selezionare Memorizzazione nella cache presente nella sezione Facile, per attivare la memorizzazione nella cache o modificare le impostazioni avanzate.

Ottimizzare le Immagini WordPress

Le immagini possono spesso svolgere un ruolo rilevante nel rendere inefficiente un sito Web WordPress. Pertanto, è molto importante ottimizzare le immagini, ad esempio ridimensionarle e comprimerle mantenendo la qualità e velocizzando il tuo sito web! A questo proposito vale la pena menzionare un plugin WordPress WP Smush. Dopo aver installato WP Smush, tutte le immagini caricate in futuro saranno già compresse e ottimizzate. Ecco i passaggi esatti per ottimizzare le immagini esistenti con esso:

  1. Nella sezione Media vai su WP Smush.
  2. Scrolla in basso e seleziona Impostazioni quindi modificare la configurazione in base alle proprie esigenze. Puoi ottimizzare 50 immagini alla volta.
  3. Clicca su Aggiorna Impostazioni e sei pronto.
  4. Premi il pulsante Bulk smush.

Best Practices

Mantenere ottimizzato il tuo sito Web WordPress dovrebbe essere un processo continuo; ecco alcune best practice da tenere sempre presente:

  • Usa il tema WordPress leggero. Usa sempre temi WordPress leggeri perché la maggior parte dei temi sovraccarichi e pesanti può rallentare l’intero sito web senza alcun vantaggio reale.
  • Tieni aggiornato WordPress. WordPress viene aggiornato frequentemente; assicurati che sul tuo sito web sia sempre installata l’ultima versione.
  • Dividi i commenti in pagine separate. Ricevere commenti è sempre un grande pregio! Ma se il tuo post ha troppi commenti, può diventare molto lento. Un ottimo modo per preservare l’efficienza è andare su Impostazioni -> Discussione. Qui seleziona la casella Dividi commenti in pagine.
  • Rimuovi temi e plugin non utilizzati. Se hai temi e plugin inutilizzati installati su WordPress, rimuovili. Non vuoi che quella spazzatura risieda sul tuo account di hosting e rallenti WordPress.

In conclusione

WordPress è un modo molto intuitivo e interattivo per ospitare il tuo sito web. E il nostro tutorial ha mostrato quanto sia facile installare questo CMS su kubito. Uno dei motivi per cui WordPress ha guadagnato una così grande popolarità è stata la sua capacità di adattarsi, alla personalizzazione e modifica, disponibili direttamente dal backend senza assumere alcun professionista o scrivere una singola riga di codice. Alcune funzioni di WordPress sono così facili da comprendere che non è nemmeno necessario che siano incluse in questa guida di WordPress su kubito.

Ma non è solo questo. Puoi integrare il tuo sito Web WordPress con i social media e altre API di terze parti per migliorare ulteriormente la sua funzionalità. Puoi persino aggiungere ad esso il motore di ricerca personalizzato di Google e altre funzioni correlate. Detto questo, una cosa è certa: con alcuni suggerimenti e trucchi, puoi fare molto con WordPress. Allo stesso modo, speriamo che questo tutorial di WordPress ti abbia aiutato a creare il tuo sito Web WordPress su kubito.

Vuoi saperne di più su WordPress? Guarda i tutorial di Kubito su WordPress che coprono le sue funzionalitá dalla A alla Z.

Infine se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kubito. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto dal nostro team di professionisti WordPress. La nostra infrastruttura è incentrata su scalabilitá, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kubito! 

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi